img

Samir Dashi

img

Samir Dashi

img

Samir Dashi

Come ogni altro fumatore ho sempre ritenuto "normale" gettare il mozzicone a terra, in qualsiasi posto terminassi la mia inseparabile sigaretta. Io, da sempre attento all'ambiente e all'inquinamento, specialmente quello marino, non capivo la gravità di quel semplice, quotidiano e sconsiderato gesto!
A primavera del 2019 non so cosa abbia fatto scattare il click; di colpo, il tappeto di mozziconi presente lungo i marciapiedi, nelle piazze, che prima non notavo, adesso non solo lo vedevo chiaramente ma mi ha indotto a cercare una soluzione. Nell'attesa di qualche idea, nel frattempo, il cambiamento del "punto di osservazione" mi ha portato, addirittura, a far notare ad altri fumatori che non si poteva continuare a gettare i mozziconi, rischiando anche qualche reazione, perché, mi ero documentato, "la maggior parte di loro sarebbero finiti in mare"!
Un video dalla Francia dove stavano cercando di contrastare il problema utilizzando un bastone dotato di un puntale, mi fece venire l'idea che un aspiratore a batteria avrebbe certamente aiutato a rimuoverne un numero molto più alto in un tempo molto più breve.
Nacque così, dopo vari prototipi, l'AcchiappaMozziconi DASHI "portami con te", capace di operare all'interno delle città, nei parchi, sulle spiagge, tra gli scogli, nelle fioriere, riuscendo anche ad aspirare piccoli frammenti plastici e le cannucce, pericolosissime per la fauna marina e non solo.
Una caratteristica peculiare di cui sono stato da subito convinto era che anche un adolescente avrebbe potuto usarlo in sicurezza.
Il brevetto arrivato ai primi di settembre di quest'anno, dopo 8 mesi dall'inoltro della domanda all' Uff. Brevetti, ne ha confermato la validità.
Un grazie a tutti quelli che sceglieranno il DASHI per un futuro migliore.
Saimir Dashi